• +39 393 185 3262
  • info@theflyclub.it

DOVE VOLIAMO

 

 

I VOLI DELLE NOSTRE MONTAGNE

NOTE GENERALI da tenere in considerazione in tutti i voli di queste montagne:

  • NON sono consigliati voli con previsione o presenza di venti meteo, tali da superare la nostra capacità di volare, provenienti da nord nord-ovest a quote che interessano il volo;
  • Il vento di valle da MAGGIO a fine SETTEMBRE nelle ore centrali rende inatterrabile il fondovalle e con previsioni o presenza di vento in pianura proveniente da est, nord-est o sud-est potrebbe rinforzare il vento di valle anticipando il suo orario solito.

LE CHICCHE DELL’EQUILIBRISTA (scelte da Biccio):

  1. L’orologio, quello che segna l’ora, i minuti e i secondi, è solo un frazionamento del tempo. Nel volo non ci sono orari precisi perché si debba presentare una o l’altra situazione. Cerchiamo di guardare più segnali e confrontiamoli con l’ora e le situazioni che ci aspettavamo.
  2. Nella mappa e di seguito si parla dei decolli più frequentati mentre il volo libero ripone anche il suo fascino nell’ andare in un prato in montagna, decollare e atterrare dove capita. In entrambi i casi ricordatevi che non siamo i padroni del mondo, facciamo una cosa bellissima, ma che non ci rende superiori a nessuno.
  3. Il triangolo equilatero è la forma geometrica che meglio fa capire l’equilibrio tra pilota, vela e condizioni meteo. Trita e ritrita questa formula viene puntualmente disattesa, in particolare con l’acquisto della vela. Chi riesce a far suo questo ragionamento vola con vele di una categoria inferiore a quelle che potrebbe volare in modo da essere più concentrato sulla performance senza distrazioni dovute alla gestione del mezzo. Questo, per chi inizia a volare, non vuol dire non crescere, ma avere una crescita sana senza retromarce violente tali da far smettere di volare.

Voi scegliete la vela, Voi scegliete la meteo, Voi scegliete come comportarvi,

 vostra

 è

tutta la responsabilità.